1 logo.jpg2 montagne.jpg3 sala.jpg

Essere in Europa 2014 - Bando di selezione per otto giovani partecipanti.


Quattro incontri di formazione nei mesi di ottobre e novembre, un viaggio a Bruxelles e Bonn dal 7 all’11 dicembre 2014, un impegno sul territorio per essere consapevoli cittadini d’Europa. 

Il Movimento Punto Europa - Associazione Europa.org - su incarico della Provincia autonoma di Trento - Servizio Europa ed Ufficio giovani e servizio civile – con la collaborazione del Comune di Trento - offre a otto giovani di età compresa tra i venti ed i venticinque anni l’opportunità di partecipare all’edizione 2014 del progetto “Essere in Europa” co-finanziato dalla Regione Autonoma Trentino - Alto Adige. Iscrizioni entro il 12 settembre 2014.

 Che cos’è “Essere in Europa”?

Frutto di un partenariato tra il Servizio Europa (Centro di Documentazione Europea con la collaborazione di Europe Direct Trentino) e l’Ufficio Ufficio giovani e servizio civile della Provincia autonoma di Trento, il progetto è nato per favorire la conoscenza delle istituzioni europee e di ciò che l'Unione Europea può mettere a disposizione della nostra comunità, per far filtrare sempre più i valori europei da Bruxelles a tutti i Comuni del nostro territorio. Coinvolge i giovani provenienti dai Piani Giovanili di zona e d’ambito del Trentino. A loro infatti è stato affidato il compito di essere “moltiplicatori di informazione europea” e promotori di iniziative sul loro territorio, ma anche sul web.

 “Essere in Europa” edizione 2014

Il 2014 è un anno cruciale per l’Unione europea con cambiamenti di rilievo che coinvolgono tutti i cittadini dell’UE ed in prima linea gli italiani:

  • a maggio si sono svolte le elezioni del Parlamento europeo che hanno permesso a più di 350 milioni di cittadini di eleggere 751 parlamentari contribuendo così a decidere il futuro dell’Europa. In queste elezioni, per la prima volta, i partiti politici europei hanno indicato un candidato alla presidenza della Commissione europea e i risultati elettorali hanno guidato perciò la scelta del successore di Barroso.
  • il 15 luglio il Parlamento europeo ha eletto il nuovo Presidente della Commissione Europea: è Jean-Claude Junker. La nuova Commissione europea, organo esecutivo dell'UE responsabile dell'attuazione delle decisioni del Parlamento e del Consiglio, assumerà le sue funzioni il 1° novembre 2014.
  • dal 1° luglio l’Italia ha inoltre assunto la presidenza del Consiglio dei Ministri dell’UE che, esercitata a rotazione dagli Stati membri per un periodo di sei mesi, è un potente strumento politico che permette al Paese che presiede i lavori del Consiglio, di fissarne l'agenda e le priorità di azione.

Per riflettere su questi avvenimenti e su quello che potrà essere il futuro dell’Europa il Comune di Trento – politiche giovanili, il Servizio Europa e l’Ufficio Giovani e Servizio Civile della Provincia autonoma di Trento, con il Movimento Punto Europa offrono a otto persone selezionate mediante il presente bando, assieme ad altri giovani impegnati nel mondo dell’associazionismo ed a due gruppi di studenti provenienti dagli Istituti superiori della città di Trento, la possibilità di partecipare ad un percorso di formazione e un viaggio di studio a Bruxelles e Bonn, con l’obiettivo di conoscere le Istituzioni europee e il loro ruolo nel nuovo processo politico, per essere cittadini europei più informati e consapevoli. 

Che cosa si offre e che cosa si chiede.

Il percorso di “Essere in Europa” - edizione 2014 si aprirà con una fase formativa articolata in quattro incontri, i quali saranno programmati in orario pomeridiano nei mesi di ottobre - novembre 2014. Nella prima parte di tale fase si forniranno ai partecipanti - in collaborazione con il Centro studi Jean Monnet presso l’Università di Trento - le conoscenze di base per comprendere le origini, le finalità e le prospettive di sviluppo dell’integrazione europea, soffermandosi sull’illustrazione dell’attuale architettura istituzionale dell’Unione con particolare riguardo agli strumenti di partecipazione democratica offerti dalla stessa ai propri cittadini.

Nella seconda parte della fase formativa, i partecipanti avranno modo di comprendere l’effettivo ruolo che un’istituzione governativa sopranazionale, quale è l’UE, può giocare nell’affrontare costruttivamente e collettivamente le grandi questioni del nostro tempo. Si passerà ad approfondire l’operato dell’Unione nei suoi più recenti strategici campi d’intervento quali quelli della politica ambientale.

In questa fase ed in tutti i momenti successivi, i partecipanti avranno inoltre modo di confrontarsi direttamente con le istituzioni locali e con le realtà di ricerca e divulgazione europea presenti sul territorio, gettando le basi per un futuro impegno diretto, al fianco delle stesse nel promuovere il dibattito europeo.

Il viaggio formativo, momento centrale di questa esperienza, si svolgerà da domenica 7 a giovedì 11 dicembre 2014.

La prima meta visitata dal gruppo sarà Bruxelles, una delle due città “capitale” dell’Unione europea. Qui i partecipanti avranno l’occasione di visitare la sede del Parlamento europeo ed il suo nuovo Centro visitatori nonché la Rappresentanza dell’Euroregione Trentino-Alto Adige - Tirolo presso l’UE. Essi saranno inoltre ricevuti ed avranno modo di confrontarsi con europarlamentari e funzionari operanti presso le diverse istituzioni comunitarie che lì trovano la propria sede. Non mancheranno inoltre le occasioni di incontro con altri giovani italiani ed europei che, per un periodo di stage o in via definitiva, hanno trovato a Bruxelles occasioni di studio o di lavoro.

La seconda meta del viaggio sarà dedicata ad un approfondimento probabilmente inusuale ma senz’altro illuminante sulle tracce della storia e del pensiero uno dei “padri fondatori”: il tedesco Konrad Adenauer, cancelliere della Germania ovest dal 1949 al 1963 e cofirmatario - assieme, tra gli altri, al trentino Alcide De Gasperi - del Trattato istitutivo della Comunità europea del carbone e dell’acciaio, primo embrione dell’attuale Unione. A questo proposito sarà visitata la casa dello statista tedesco nei pressi di Bonn, ove trova ora sede una struttura museale ed una fondazione dedicata alla memoria ed alla divulgazione del suo pensiero.

Al ritorno dal viaggio formativo, sarà richiesto ai giovani partecipanti di socializzare l’esperienza maturata, sia nelle sedi istituzionali che nelle piazze e nelle biblioteche delle diverse Valli del Trentino attraverso momenti di dibattito e la presentazione di un prodotto multimediale che sarà concepito e realizzato dai ragazzi stessi.

Il Movimento Punto Europa e le Istituzioni che sostengono il progetto, nell’offrire a otto giovani trentini la possibilità di partecipare ad un viaggio-studio della durata di quattro giorni ad un costo sensibilmente agevolato, si farà carico della necessaria formazione dei partecipanti nella fase precedente al viaggio, dell’organizzazione di momenti di formazione e confronto nel corso dell’esperienza all’estero e del successivo supporto alle attività di socializzazione con la cittadinanza delle esperienze maturate nel corso del progetto.

Ai ragazzi che saranno coinvolti nell’iniziativa verrà richiesto per contro di impegnarsi in un “patto formativo” con gli organizzatori per poter vivere questo percorso non soltanto da semplici fruitori ma quali partecipanti attivi di un laboratorio che avrà come duplice obiettivo l’elaborazione di riflessioni ed azioni per sviluppare la consapevolezza dell’essere cittadini europei, in prima battuta tra gli stessi partecipanti, e successivamente rispetto alla comunità trentina. Partecipare a questo percorso implica un impegno morale a rendersi in prima persona (secondo le proprie capacità e possibilità) testimone sul territorio e formatore rispetto ai temi della cittadinanza e del rafforzamento dell’integrazione europea, successivamente alla conclusione del progetto.

I modi ed i tempi per iscriversi e partecipare.

Potranno essere ammessi a partecipare al progetto otto giovani nati tra il 1° settembre 1988 ed il 1° settembre 1994, residenti in provincia di Trento o - se residente altrove - comunque stabilmente domiciliati nella stessa provincia per ragioni di studio o lavoro al momento della presentazione della domanda.

 A ciascun partecipante sarà richiesto, al momento del perfezionamento dell’iscrizione, il saldo di una quota di partecipazione pari ad € 50,00-. Detta quota è comprensiva di ogni onere relativo alla fase di formazione nonché al trasporto, vitto a colazione e cena, alloggio, partecipazione alle attività formative previste nel corso del viaggio. Ogni altra spesa, ed in particolare gli eventuali oneri di trasferimento dal luogo di residenza a Trento e ritorno per gli incontri formativi, i pasti consumati durante il viaggio di andata e ritorno ed i pranzi consumati a Bruxelles e Bonn saranno a carico dei partecipanti.

È inoltre condizione necessaria per la partecipazione al progetto l’essere soci del Movimento Punto Europa - Associazione Europa.org. Coloro che non lo fossero, potranno essere ammessi a farvi parte contestualmente all’accoglimento della domanda di partecipazione, previo ulteriore versamento della quota sociale annuale di € 10,00-.

Per presentare la propria domanda di partecipazione è necessario:

  1. Inserire i propri dati personali nel modulo online disponibile a questo link: http://puntoeuropa.org/index.php/eie-2014/76-raccolta-dati
  2. Stampare e compilare la domanda di iscrizione scaricabile in fondo a questa pagina
  3. Consegnarne una copia firmata, assieme agli allegati richiesti (curriculum vitae e copia del documento di identità) presso l’Ufficio Politiche giovanili del Comune di Trento, in via Roma 56 (l’orario d’apertura è verificabile sul sito trentogiovani.it) oppure inviarne la scansione compilata e firmata, assieme agli stessi allegati, all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . In tal caso sarà data conferma dell’avvenuta ricezione dei documenti.

L’intera procedura dovrà essere completata entro e non oltre le ore 12.00 di venerdì 12 settembre 2014. Si fa presente che il solo inserimento dei propri dati nel form online o la consegna/invio di una documentazione incompleta non è sufficiente a perfezionare la propria candidatura.

Le informazioni relative al luogo di residenza ed alla data di nascita potranno essere rese con dichiarazione sostitutiva della certificazione resa ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, la cui veridicità sarà sottoposta a verifica a campione mediante interpello dell’Amministrazione competente per il rilascio della relativa certificazione ai sensi dell’art. 71, comma 4 del medesimo decreto.

La selezione delle candidature avverrà mediante colloquio individuale degli aspiranti partecipanti, previo insediamento di una Commissione di valutazione composta da rappresentanti dell’Amministrazione provinciale, del Comune di Trento e dell’Associazione Europa.org.

Il vaglio delle candidature avverrà tramite criteri idonei a valutare preminentemente:

  • la motivazione della partecipazione al progetto;
  • l’impegno civico;
  • il radicamento nel tessuto sociale della comunità di appartenenza.

Potranno essere adottati quali elementi di valutazione positiva anche:

  • la conoscenza delle lingue europee diverse dall’italiano;
  • il possesso di competenze utili alla socializzazione dell’esperienza;
  • il pregresso approfondimento, compiuto in ragione del proprio percorso di studi o mediante la partecipazione ad iniziative diverse, delle tematiche europee;
  • il pregresso approfondimento, compiuto in ragione del proprio percorso di studi o mediante la partecipazione ad iniziative diverse, in materia ambientale.

A parità di punteggio saranno preferiti i candidati residenti in provincia di Trento.

La data in cui si svolgerà l’audizione dei candidati, alla quale essi dovranno necessariamente partecipare a pena di esclusione dalla graduatoria, sarà comunicata via email agli stessi con almeno cinque giorni di preavviso e si svolgerà nella città di Trento.

A seguito della pubblicazione della graduatoria finale dei partecipanti da parte della Commissione, i candidati vincitori saranno chiamati a perfezionare la propria iscrizione con il saldo dell'importo richiesto entro cinque giorni dalla pubblicazione della stessa, con facoltà di subentro in caso di rinuncia da parte dei candidati non vincitori secondo il rispettivo posizionamento all’esito della selezione.

Qualche altra precisazione per la buona riuscita di un patto formativo.

Gli iscritti saranno tenuti a partecipare a tutti gli incontri di formazione preliminari al viaggio, ovvero a fornire agli organizzatori preventiva giustificazione della propria assenza. È in ogni caso necessario, per essere ammessi alle fasi successive del progetto, avere frequentato almeno tre dei quattro incontri programmati. Qualora tali condizioni non risultassero soddisfatte, gli organizzatori potranno - secondo la propria insindacabile valutazione - escludere il partecipante dal progetto, trattenendo la quota versata dallo stesso. Gli organizzatori valuteranno in tal caso - in presenza di altri candidati idonei non ammessi al progetto ma inseriti in graduatoria e tenendo conto dello stadio d’avanzamento delle attività -la possibilità di far partecipare questi ultimi al progetto, seguendo l’ordine della graduatoria.

La quota di partecipazione non potrà essere restituita agli stessi qualora dovessero ritirare la loro disponibilità a partecipare al progetto in qualsiasi fase dello stesso, anche per giustificato motivo.

I partecipanti assumono inoltre l’impegno a partecipare attivamente al viaggio formativo ed alla fase di restituzione successiva allo stesso.

 

Per ogni altra informazione è possibile visitare i siti internet www.puntoeuropa.org e www.trentogiovani.it, o contattare gli organizzatori via email all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al numero telefonico 345.3392908 (Davide Sartori).

Joomla templates by a4joomla